Sequestrati blocchi di cemento con ripieno di rifiuti

Condividi su Facebook

blocchiBlitz del Corpo forestale dello Stato a Montemarciano, in uno stabilimento di produzione di prefabbricati in località Gabella. Le indagini erano partite da una segnalazione sulla presenza di rifiuti all’interno di alcuni blocchi di cemento forniti da una ditta di produzione di calcestruzzo a un’impresa di Sassoferrato che aveva ricevuto dal Comune l’appalto dei lavori per il posizionamento di barriere a difesa della costa.

Durante l’operazione sono stati sequestrati 29 blocchi di calcestruzzo e un bancale di rifiuti speciali. Il Corpo forestale ha denunciato per smaltimento illecito P.G., 47enne della provincia di Teramo, responsabile tecnico di zona della ditta.

Il materiale era stato rifiutato dal committente per la presenza di alcuni rifiuti. Il Corpo forestale ha così chiesto all’autorità giudiziaria di poter effettuare alcune prove a campione di frantumazione dei blocchi per scongiurare l’ipotesi che la ditta si disfi dei rifiuti ‘immergendoli’ nel calcestruzzo.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *