Quando Kim, Luna, Teddy ed altri sfilano in aiuto ai cani abbandonati

Condividi su Facebook
Musi PelosiSassoferrato – Un vero e proprio successo la seconda edizione della “Festa del cane meticcio”.  “Il mio miglior amico è un bastardo”, l’evento organizzato dall’associazione onlus “Musi Pelosi” domenica 14 maggio con il patrocinio del comune di Sassoferrato. All’ombra della Rocca di Albornoz sono venuti cani da ogni dove. Da Parma, Rimini, Roma, Gualdo Tadino, dal comprensorio di macerata e del pesarese, tanti da Fabriano ed ovviamente una marea di quattro zampe tutte sassoferratesi.
Particolarmente severa la giuria di quest’anno. Sette bambini che hanno tarato il loro giudizio sulla simpatia del concorrente e sul legame speciale tra il cane e il suo amico uomo. Il risultato è stato un evento bello e divertente ma più di tutto commovente. Perché dietro a quei musetti felici e a quelle code che scodinzolavano con allegria, tante – troppe –  sono le storie di abbandono e di maltrattamenti svelate nel commento della sfilata, senza infierire nei dettagli ma per ricordare lo scopo vero dell’associazione animalista di Sassoferrato.
Musi PelosiFondata l’anno scorso dalle sassoferratesi Anna Frasconi, Gloria Rossi, Michela Piermattei, Pamela Damiani e Serena Moretti che ne è la presidente, “la nostra associazione – spiega quest’ultima – vuole aiutare ad una miglior tutela degli animali domestici con particolare riguardo ai cani e ai gatti. Nello specifico contrastare il fenomeno del randagismo anche attraverso la cultura della pratica della sterilizzazione, migliorando le condizioni e favorendo il benessere degli animali ricoverati nei canili ed in altri rifugi, promuovendo la loro adozione e agevolando il recupero degli animali maltrattati. Con la festa – conclude – vogliamo premiare il rapporto speciale tra cani e proprietari e divulgare l’importanza dell’iscrizione all’anagrafe canina e della sterilizzazione.”
 
Musi PelosiIntelligente, il sistema della doppia sfilata. Di mattina, i cani di razza, “Bastardi dentro”, giudicati non per pedigree e misure ed ha consentito ai loro proprietari di partecipare all’iniziativa con la loro iscrizione e di pomeriggio, i meticci.
Per la cronaca, sul podio edizione 2017:  Tyler di Fabriano, il cane che dà il cinque, è vincitore di “Mister Bastardino”, Kim sempre di Fabriano, è  “Lady Bastardina”; “l’Arzillo Vecchietto e Vecchietta”, il più bel meticcio che abbia compiuto almeno 7 anni d’età, sono Teddy e Luna sempre fabrianesi. Il tutto sotto l’occhio attento del Veterinario Alessandro Arteconi e la partecipazione degli sponsor “Monterosso Zoo”, “Il Girasole”, “Emidio Ottaviani” e “Colpo di coda toelettatura”.  Complimenti all’organizzazione ma sopratutto a tutti i padroni dato che, sulla Rocca, all’imbrunire, la sera stessa il passaggio di ben cento cani e delle loro famiglie non aveva lasciato nessuna traccia.
Véronique Angeletti@civetta.tv
Musi PelosiMusi PelosiMusi PelosiMusi Pelosi.

L’articolo Quando Kim, Luna, Teddy ed altri sfilano in aiuto ai cani abbandonati sembra essere il primo su Civetta.tv.